28 Settembre 2020
Chi siamo
percorso: Home

Partito Democratico di Pontedera

Unione Comunale

L’Unione Comunale rappresenta la politica del Partito Democratico nel proprio ambito comunale ed è costituita dai circoli territoriali e di ambiente che afferiscono sul territorio del comune ovvero "Centro Città, La Borra, Santa Lucia, Gello" - "Fuori del Ponte" - "La Rotta" - "Montecastello"- "Il Romito, Treggiaia".

L’Unione Comunale è dotata di autonomia politica, programmatica, organizzativa e finanziaria. Tale autonomia è espressamente riferita alla scelta delle candidature a sindaco e consigliere comunale, fermo rimanendo il vincolo statutario delle primarie, e per la definizione delle alleanze, fermo rimanendo la potestà di intervento dei livelli superiori nei casi di violazione dell’indirizzo politico programmatico scelto con il voto degli iscritti e degli elettori.

Gli organismi dirigenti dell’Unione Comunale sono: l’assemblea comunale, il segretario (Floriano Della Bella), il tesoriere (Paolo Giusti), l’esecutivo (o segreteria), il collegio di garanzia.

L’assemblea comunale è composta dai membri elettivi e dai membri per funzione.

L’Assemblea comunale e gli organi dirigenti da essa eletti hanno competenza in materia di indirizzo politico dell’ambito comunale; essa esprime indirizzi sulla politica del partito attraverso il voto di mozioni, ordini del giorno, risoluzioni, secondo le modalità previste dal regolamento, sia attraverso riunioni plenarie, sia attraverso commissioni permanenti o temporanee.

La componente elettiva dell’assemblea comunale non può essere inferiore al settanta per cento della composizione dell’intero organismo. Ne fanno, in ogni caso, parte per funzione: il segretario, i coordinatori di circolo, il segretario dell’organizzazione giovanile, la portavoce delle donne, il sindaco e il capogruppo in consiglio comunale, i consiglieri regionali e i parlamentari aderenti al gruppo del PD, quando iscritti all’Unione Comunale, i membri delle assemblee territoriale, regionale e nazionale.

Il mandato del segretario dell’Unione Comunale ha una durata di quattro anni ed è rieleggibile una sola volta e comunque per un massimo di otto anni, distribuiti anche nell’arco di tre mandati.

L’assemblea comunale deve essere composta, nella sua interezza, per metà da donne e per metà da uomini. Il riequilibrio, quando necessario, si opera all’atto dell’insediamento dell’assemblea garantendo che sin dalla prima votazione, cui essa debba adempiere, la sua composizione risulti paritaria.

L’esecutivo dell’Unione Comunale viene nominato dal segretario, tenendo conto del pluralismo interno e di un’adeguata rappresentanza del territorio. La sua composizione deve garantire la pari rappresentanza di genere. L’esecutivo coadiuva il segretario nella gestione operativa e politica del partito. L’esecutivo non ha poteri deliberativi, né istruttori nei confronti degli altri organi del partito.

Su proposta del segretario l’Assemblea elegge, a maggioranza dei voti validi, il Tesoriere dell’Unione Comunale a cui compete la responsabilità delle attività amministrative, patrimoniali e finanziarie del partito.

Il Tesoriere ha la rappresentanza legale e giudiziale, sia attiva che passiva dell’Unione Comunale.

Il regolamento finanziario regionale disciplina i suoi poteri e le sue responsabilità. Il Tesoriere svolge tale funzione nel rispetto del principio di economicità della gestione, assicurandone l’equilibrio finanziario. Il Tesoriere dura in carica quattro anni e può essere rieletto soltanto per un mandato.

Gli atti costitutivi del PD
I Documenti per le Primarie 2019

Realizzazione siti web www.sitoper.it